«Ringiovanisci la politica svizzera»

La FSPG si è posta l’obiettivo di incoraggiare sia l’impegno giovanile all’interno dei parlamenti dei giovani, sia la creazione di nuovi parlamenti dei giovani. Questo avviene da un lato grazie alla collaborazione con diversi “moltiplicatori” provenienti dall’ambito delle associazioni per le attività giovanili e per la promozione giovanile, e dall’altro anche grazie ad una campagna pubblicitaria che permette di raggiungere i giovani in modo diretto. Per mostrare ai giovani che la politica possa anche essere giovanile e non una cosa riservata esclusivamente al mondo degli adulti, la FSPG ha sviluppato una campagna pubblicitaria molto azzeccata.

La campagna è stata concepita e realizzata dalla rinomata agenzia pubblicitaria zurighese Ruf Lanz.

Con lo slogan “Ringiovanisci la politica svizzera” i giovani svizzeri sono esortati ad impegnarsi maggiormente per difendere i propri interessi e sono incoraggiati a farlo all’interno di un parlamento dei giovani o un’altra struttura. I sette consiglieri federali sono così stati ritratti con degli abiti inaspettati ed un look tipicamente giovanile. Siccome i parlamenti dei giovani sono aperti a tutta la gioventù, si è scelto un ampio spettro di tipologie di giovani: dallo stile alternativo allo stile emo, passando per un look più “semplice” fino un look hipster.

Ordinare gratuitamente

Visita ai consiglieri federali Cassis e Parmelin

La Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani FSPG ha incontrato i Consiglieri federali Ignazio Cassis e Guy Parmelin per consegnare loro personalmente una stampa dei loro ritratti per la campagna «Ringiovanisci la politica svizzera» in cui appaiono con uno stile diverso e «ringiovanito». La reazione dei Consiglieri federali ai loro ritratti «ringiovaniti» per la FSPG non avrebbe potuto essere più positiva. Il Consigliere federale Ignazio Cassis ha affermato con entusiasmo: «La maglietta sarebbe davvero potuta essere mia, ero un grandissimo fan dei Supertramp!». Il Consigliere federale Guy Parmelin, invece, ha ammesso sorpreso: «Quello che mi impressiona di più sono i tatuaggi - io non ne ho!»

contatto

Martina Tomaschett

Collaboratrice Comunicazione youpa

E-Mail